opi dental network

Linee Guida Prima visita


Il movimento per la tutela dell’odontoiatria privata italiana (OPI), nell’interesse primario dei cittadini-pazienti, ritiene suo dovere dettare per i propri soci delle “linee guida” per la prima visita odontoiatrica cui tutti dovranno adeguarsi pena l’espulsione dal movimento dopo un primo richiamo scritto del presidente.

Le linee guida sono dettate da regole di qualità, etica, professionalità, contro lo svilimento e la mercificazione della professione medico-odontoiatrica oggi da più parti attaccata da multinazionali che con l’illusoria chimera di un risparmio economico vanno a colpire in primis il cittadino proprio nel campo della salute.

  • La prima visita è il momento fondamentale di conoscenza reciproca e di stipula del “patto di fiducia” tra medico e paziente. La visita di regola è a pagamento, con costi variabili in base alle zone geografiche italiane, nel rispetto ovviamente dell’articolo del codice di deontologia medica che prevede la possibilità che il medico presti gratuitamente a sua discrezione la propria opera in casi particolari.
  • Nella prima accoglienza in studio il paziente dovrà compilare il modulo del trattamento dei dati personali e l’anamnesi scritta e diversificata per l’adulto e il bambino. In questo contesto sarà anche impostata la cartella clinica cartacea o elettronica.
  • La parte della visita in adeguato locale operativo inizierà con l’approfondimento dell’anamnesi e l’ascolto delle esigenze e della aspettative del paziente (o di chi ne esercita la patria potestà)
  • La visita entra quindi nel vivo con l’esame della dentatura, dei tessuti molli circostanti con l’attenta ispezione delle mucose, dell’occlusione, dell’igiene orale e del parodonto, dell’ATM, delle eventuali protesi già presenti, dell’estetica del viso. Prosegue a discrezione del medico con la rilevazione di impronte in alginato per confezionare modelli di studio, richiesta o esecuzione di radiografie, brevi spiegazioni con videocamera intraorale della situazione di partenza.
  • La visita si conclude se caso giudicato semplice, con spiegazione delle terapie proposte, preventivo, modalità di pagamento e consegna del consenso informato scritto che dovrà essere riconsegnato firmato. Se caso più complesso verrà fissato secondo appuntamento dove, valutate le radiografie e i modelli di studio, sarà consegnato un preventivo scritto ed approfondite le spiegazioni terapeutiche con modelli di studio e/o supporti informatici tridimensionali.
  • In ambedue i casi precedenti si terrà sempre conto del rapporto costo-beneficio nell’interesse primario della salute del paziente, dando facoltà di scelta al paziente stesso tra le varie opzioni terapeutiche possibili dopo averlo dettagliatamente informato su vantaggi e svantaggi delle varie soluzioni possibili.
  • Le spiegazioni diagnostiche, terapeutiche ed infine economiche saranno sempre chiare e terranno conto del livello socio-culturale del nostro paziente anche accertandosi che questi abbia capito.
  • Secondo scienza e coscienza il Dentista OPI si può avvalere della consulenza di colleghi in alcune branche della professione sia per semplici pareri qualificati, sia per consulenze continuative in studio, al fine di poter fornire al paziente sempre prestazioni di eccellenza in tutti i campi dell’odontoiatria.
  • Su richiesta del paziente, il Dentista OPI si renderà sempre disponibile ad adeguate spiegazioni sulle norme di igiene e di sterilizzazione adottate dallo studio nonché ad una visita senza preavviso del locale sterilizzazione stesso.